Tuesday, March 22, 2016

Bruxelles: il dolore, la speranza

Avrei voluto parlare oggi dell'Arfestival, del nuovo numero di Fumo di China, ma rimandiamo a domani, oggi impellono nuove, brutte notizie da una città Europea, come se non bastassero quelle arrivate da Istanbul nei giorni scorsi. Bruxelles è stata colpita da diversi attacchi terroristici, uno sferrato all'aereoporto, due - o forse tre - molto cruenti, hanno colpito le stazioni della metropolitana. Nella stazione avrebbe agito un commando. All'aereoporto un Kamikaze, o meglio un attentatore suicida, definire kamikaze queste persone mi è sempre parso fuorviante. Non sono certo emuli di nessuno nè sono soldati. Li guida un'odio forsennato e vaghe, vaghissime idee....Alimentato dalla droga.
Maalbek Metro Assault
L'azione è pressochè certamente una reazione dopo l'arresto di Salah Abdeslam, non si poteva pensare ad una serie di attacchi multipli, ma probabilmente si tratta di un'altra cellula terroristica di Daesh - che ha subito rivendicato l'azione - che progettava degli attentati che, intimorita dalla possibilità che Salah iniziase a cooperare, come si dice voglia fare, ha deciso di agire, in maniera eclatante e violentissima.
Freedom Bruxelles
I morti sono circa 34 e oltre 100 i feriti, ma il bilancio crescerà. Molte persone raccolte nelle piazze principali hanno simbolicamente iniziato a lasciare scritte e traccie sui pavimenti di Cemento...FREEDOOM BRUXELLES.
Freedom Bruxelles
Freedom Bruxelles
Commentare ? Credo che all'odio si debba rispondere con parole diverse..Quelle di Alda Merini.
La pace
La pace che sgorga dal cuore e a volte diventa sangue, il tuo amore che a volte mi tocca e poi diventa tragedia la morte qui sulle mie spalle, come un bambino pieno di fame che chiede luce e cammina. Far camminare un bimbo è cosa semplice, tremendo è portare gli uomini verso la pace, essi accontentano la morte per ogni dove, come fosse una bocca da sfamare. Ma tu maestro che ascolti i palpiti di tanti soldati, sai che le bocche della morte sono di cartapesta, più sinuosi dei dolci le labbra intoccabili della donna che t'ama. (a Enrico Baj)

Friday, March 18, 2016

Donald Trump, un pernicioso e furbissimo raiders

Donald Trump sembra oramai avviato a vincere le Primarie repubblicane per la candidatura a Presidente degli Stati Uniti, in spregio ad ogni tentativo dell'establishment dell'Old Party di frenarlo, molti sono i motivi che spingono tanti cittadini degli USA, di ogni classe sociale a votarlo, l'apparente franchezza, l'aria da spaccone che si esprime anche attraverso dei comportamenti al limite ed oltre il volgare, la sua "impoliticità" ma nei fatti Donald Trump non è il giullare che grida "Il Re è Nudo". E' un pericoloso, furbissimo Raiders che ha deciso di "scalare" l'America, ed il mondo indifferente alle conseguenze, il suo messaggio mentre incita a rispondere con la violenza a qualunque contestazione promettendo di pagare le spese legali ai suoi sostenitori che "agiranno", è chiarissimo: con il denaro si può tutto. Clikkate nella foto per un video dell'Internazionale sugli "insegnamenti" di Donald Trump... TrumpUFO E l'Economist non ci va leggero. E dunque tifiamo Hilary Clinton, quest'ultima sembra oramai decisamente in testa, e Sanders, le cui idee però hanno una marcia in più e l'ex segretario di Stato dovrà considerarle....anche perchè proprio nelle "proposte rivoluzionarie" di sanders si nasconde la chiave per recuperare tutte quelle persone che applaudono e votano Donald Trump, spaventate da un mondo che non capiscono più, da un mondo che li ha messi nell'angolo, da cui si sentono messi nell'angolo, senza più scampo.

Carttomics 2016: di Paperi, Galli e Uack!

Gran bel programma per il gruppo Panini Disney al Cartoomics svoltosi la scorsa settimana dove ha presentato diverse novità, come sempre Front Runner del gruppo l'ottima Valentina Poli, direttrice del Topolino magazine che ha presenziato a tutte le conferenze grande interesse ha suscitato l'incontro legato alla presentazione del nuovo corso della rivista Uack, in cui si è parlato, anche di Don Rosa e del Ventennale di PK! E ovviamente l'anniversario delel Witch...
Uack/Paperopoli sarà disponibile dal 20-23 Marzo, in edicola e fumetteria sarà proposta alternata a Tesori International, che sarà presentata al Napoli Comicon 2016.
E dopo questo volume? Rispetto ai precedenti 23 numeri, il nuovo corso editoriale avrà una struttura tematica, con ogni numero dedicato a un argomento differente, partendo da Paperopoli, la città ideata da Barks sulle pagine di Paperino equilibrista (WDCS #49 dell’ottobre 1944). Se in questa storia la città viene soltanto citata su un cartellone ferroviario nell’ultima vignetta, è ne Il Maragià del Verdestan (WDCS #138 del marzo 1952) che essa viene ripresa, per poi diventare l’ambiente in cui si svolgono le avventure dei paperi sia nelle storie di Barks, sia in quelle degli altri autori.( citazione Lo Spazio Bianco)
DISNEY: Paperopoli il nuovo UACK Topolino 3146: Cover Molti gli autori presenti al Cartoomics, fra questi anche il bravo Casty! Cartoomics 2016: Casty
P.S. Segnaliamo come lo Spazio Bianco indichi il 23 Aprile come data di uscita di Uack/Paperopoli, altre fonti, però lo riportano per Marzo...

Sunday, March 13, 2016

Corrado Roi e Paola Barbato presentano UT al Cartoomics 2016

Direttamente dal canale You Tube ufficiale della #Sergio Bonelli Editore la presentazione di UT la nuova miniserie della SBE proposta in anteprima al Cartoomics 2016 ( 11-12-13 marzo?, presenti gli autori Corrado Roi e Paola Barbato
Qui sotto Variant Cover, realizzata da Jacopo Camagni, in distribuzione al Cartoomics.
Variant cover Cartoomics di UT by Jacopo Camagni
La miniserie di SEI NUMERI verrà presentata sia in edicola 25 marzo, che in Fumetteria, 28 marzo, con copertine variant e pagine supplettive.
CORRADO ROI DISEGNA UT
Un'opera particolarissima, forse non per tutti
La pagina Facebook di UT

Monday, February 08, 2016

Dall'Unghia di Kalì all'Ultimo Balabù: ricordando Romano Scarpa

Ottimo successo per la bella mostra dedicata a Romano Scarpa apertasi al Wow - Museo del fumetto di Milano lo scorso 16 gennaio intitolata Dall'Unghia di Kalì all’ultimo Balabù ( il titolo mette insieme due avventure ideate da Scarpa ovvero Topolino e l'Unghia di Kali del 1958 e Zio Paperone e l'Ultimo Balabù, 19560, esempi della qualità del lavoro dell'autore)
Romano Scarpa Originale
Nei due video che seguono la presentazione dell'evento avvenuta il 16 gennaio, a cui hanno partecipato Luca Boschi, il disegnatore Marco Rota,il collezionista Marco Castellaneta, a cui appartengono una buona parte dei 150 originali in esposizione, Davide Catenacci, capo redattore del magazine di Topolino ed il padrone di casa, Luigi F.Bona, direttore del Wow - Spazio Fumetto ed un breve servizio di presentazione del Tg Regionale Lombardo.
L’arte di Romano Scarpa, il più grande artista Disney italiano
Nel video del TGR appare Luca Bertuzzi, curatore della mostra.

Wednesday, February 03, 2016

Preview numero 4 - Aprile 2016

Il catalogo delle novità Sergio Bonelli Editore e BAO Publishing ordinabili a febbraio 2016.
Fra le novita oltre a Kobane calling da segnalare UT 1 Le Vie della fame, firmato da Paola Barbato e Corrado Roi, per la prima volta una miniserie della Sergo Bonelli editore approderà in contemporanea in Edicola ed in Fumetteria, e qui sarà presentato con un'edizione speciale che conterrà sedici pagine extra ed una copertina variant firmata da un disegnatore ospite, diverso per ognuno dei sei numeri che conporranno la miniserie. Si parte con Nicola Mari.

Zerocalcare: arriva ad Aprile Kobane Calling per Bao

Uscirà ad Aprile il nuovo volume di Zerocalcare per Bao Publishing nel quale verranno raccolti i reportage realizzati per l'Internazionale, ovvero Cobane Calling e Comandante Nasrin, e molto altro materiale inedito frutto dei suoi tre viaggi fra Turchia, Iraq e Curdistan, nelle terre della Kurdistana Rojava, li dove il Daesh è stato bloccato e sconfitto ma da cui l'ombra della guerra non si è ancora allontanata.
Zerocalcare: Kobane Calling la Copertina
La copertina, cartonata, del nuovo volume è stata disegnata da Zerocalcare ma colorata da Alberto Madrigal, il libro conterà 288 pagine, il costo previsto è di 20 Euro. Presochè certamente il volume dovrebbe essere proposto al Napoli Comicon.
Nei due video seguenti Zerocalcare parla sia del suo precedente volume, gli Accolli, che dei suoi progetti futuri - fra i quali proprio Kobane Calling -
Bao Publishing ha previsto oltre 100 mila le copie per la tiratura della prima edizione, qualcosa ci dice che le vederà tutte.

Saturday, January 30, 2016

Daesh: Le voci delle madri dei foreign fighters

Saliha Ben Alì, fondatrice del ramo belga dell’Ong "Save-Society against violent extremism", e Christianne Boudreau, canadese, coordinatrice dell’Ong “Mothers for life” [ programmi di de-radicalizzazione che vedono le madri dei combattenti impegnate in prima linea contro l’estremismo e il terrorismo. ]sono intervenute durante un incontro promosso dalla Presidenza della Camera a Montecitorio al centro la realtà del radicalismo islamico considerata anche dalla parte di vittime così particolari come le famiglie dei cosiddetti foreign fighters.
Chi sono queste persone? perchè sono partite? Cosa realmente le muoveva ? Molte di queste famiglie vivono nello stesso clima di radicalismo dei loro figli ma moltissime altre vivono nell'ombra immensi drammi.

Durante l'incontro sono intervenuti anche Lasse Lindekilde, docente dell’Università di Aarhus, la cittadina danese che, tra le prime al mondo, ha avviato un programma di reinserimento sociale per i foreign fighters di ritorno, e Daniel Koehler, direttore "Girds" (German Institute on radicalization and de-radicalization studies), uno dei massimi esperti del fenomeno della radicalizzazione. Tra i relatori, anche Edith Schlaffer, direttrice esecutiva della rete "Women without borders/Save", fondatrice di diverse Ong che coinvolgono le donne dei Paesi del mondo arabo e musulmano nella lotta al fondamentalismo

video di Fabio Butera

Monday, December 28, 2015

L’arte di Romano Scarpa esposta al Wow di Milano

Dall'Unghia di Kalì all’ultimo Balabù è il titolo della bella mostra che il Wow - Museo del fumetto di Milano, dedica a Romano Scarpa, il più grande artista Disney italiano, dal 16 Gennaio fino al 13 Marzo 2016. Oltre 150 le opere originali che verranno esposte.
Wow Milano La Mostra di Romano Scarpa
Con una mostra davvero unica nel suo genere, presentiamo l’arte di Romano Scarpa, il più grande disegnatore Disney italiano, che ha saputo lasciare un segno indelebile nella produzione Disney italiana e internazionale. Grazie alla preziosa collaborazione di Marco Castelletta, il maggior collezionista italiano di opere di Romano Scarpa, e di altri collezionisti disneyani e ai materiali custoditi nell’archivio della Fondazione Franco Fossati, sarà possibile ammirare il lavoro del grande artista non solo grazie alle oltre 150 tavole originali tratte dalle sue storie più amate, ma anche grazie a preziosi “dietro le quinte” per la prima volta esposti al pubblico, come i dettagliatissimi story board a matita, in cui Scarpa verificava che tutto fosse al posto giusto prima di passare al disegno vero e proprio.
Saranno esposte pagine tratte dalle sceneggiature originali, illustrazioni e copertine e inoltre verranno indagate, approfondite e svelate le ispirazioni più diverse che hanno stimolato la fantasia di Scarpa: grande appassionato di cinema, il grande artista veneziano seppe infatti trasporre nel mondo Disney le atmosfere del grande schermo, guardando alla produzione di ammiratissimi registi come Frank Capra e Alfred Hitchcock. Attraverso riproduzioni a colori e ingrandimenti scenografici sarà anche possibile rivivere le storie più belle di Scarpa alla scoperta delle sue trovate più inusitate e geniali. Tra le molte tavole originali esposte in mostra, solo per citarne alcune, si potranno ammirare quelle della sua prima storia pubblicata Biancaneve e Verde Fiamma (1953), ma anche quelle di Topolino e le delizie natalizie (1954, prima storia con Mickey Mouse), Zio Paperone e l’ultimo balabù (1960, prima apparizione di Brigitta), la storia a strisce Topolino e la banda dello sternuto (1990) e tantissime altre, oltre alla pagina conclusiva di Orazio e le riparazioni a catena, ultima storia pubblicata da Topolino nel 1998.
Non mancheranno alcune tavole delle storie realizzate da Scarpa direttamente per le pubblicazioni Disney all’estero negli ultimi anni della sua straordinaria carriera. Inoltre un rodovetro originale per la cosiddetta Camminata Disney, cortometraggio animato realizzato come sigla per Topolino Show, in onda nel 1982 su Rete 4, unica animazione con la banda Disney realizzata in Italia. Ai visitatori che vogliono leggere per intero le storie di cui vengono esposte le tavole viene messa a disposizione una piccola fumettoteca con albi completi da consultare. Infine, grazie a un’installazione multimediale realizzata da GlobalMedia, con un semplice click sarà possibile scoprire i segreti e la storia di 25 tra i grandi personaggi e gli oggetti creati da Scarpa.
Sulle pagine del Wow potete trovare alcune presentazioni dei fumetti di Romano Scarpa.

Il Califfo in difficoltà chiama i suoi soldati alla guerra

Daesh stà perdendo terreno. Indebolito dalle sconfitte delle forze curde, con la sua capitale siriana, Raqqah, investita da attacchi aerei oramai giornalieri, anche delle forze russe, quando non fanno danno altrove, perso il controllo di Sinjar ed ora anche di Ramadi - ma quest'ultima città va bonificata da mine e da eventuali forze nemiche ancora presenti - il Califfato tenta di mantenere una parvenza di autorevolezza e di motivare le sue truppe attraverso la voce del suo leader che si rivolge direttamente ai suoi soldati spronandoli alla guerra, riafferma la forza dello "stato islamico" , attacca direttamente Israele minacciandolo di sterminio totale i suoi abitanti, un copione visto molte volte: i leader arabi in difficoltà interne - di ogni tipo - hanno sempre cercato di usare Israele come capro espiatorio su cui riversare opportunamente maledizioni e desideri di rivalsa, che anche il Califfo adottasse questa politica non era scontato, ma non è neppure incredibile.


A City under fire
Eppure se come dice Renzo Guolo nel video, Daesh è davvero sulla difensiva, proprio ora è il momento di fare maggiore attenzione alla sua folle sfida.